Copripiumino, niente più scuse per andare a letto!

Quando sono diventata mamma ho sperimentato in prima persona cosa voglia dire mettere a letto i bambini. Già lo avevo fatto coi nipoti o con altri bambini, ma mai con le mie figlie, il che è totalmente differente.

Quello che ho capito e provato sulla nostra pelle è che ai bambini serve un momento di incontro esclusivo con mamma o papà, o entrambi. Un momento dove anche il pensiero è lì. Essere uniti interiormente è quello che fa la differenza.

Un momento di condivisione può essere offerto dalla lettura di una storia o una canzoncina. Coi più grandi un’idea può essere raccontarsi ciò che si è fatto durante la lunga giornata.

Al termine credo sia molto importante salutarsi e darsi la Buonanotte!

“Non si è mai troppo grandi per il bacio della Buonanotte!”

Copripiumini per i bambini

Inverno, tempo di coprirsi bene e stare al calduccio. E’ anche ora di pensare a come fare il letto dei nostri piccoli.

Il letto è una parte importantissima del nostro benessere fisico e psichico, dato che vi passiamo circa un terzo della nostra vita e la qualità del sonno è fondamentale per la nostra salute. Ma non sono soltanto la base e il materasso a determinarne la buona qualità: il letto va vestito ed è anche la biancheria che gli mettiamo a contribuire alla qualità del sonno. Lenzuola, coperte, piumini, copri piumini: le scelte per vestire il luogo del sonno sono diverse a seconda delle stagioni e anche delle esigenze di ognuno di noi. A maggior ragione se parliamo dei nostri figli.

Se al posto delle coperte, preferiamo un caldo e morbido piumino, dovremo abbinarci necessariamente un copripiumino; quest’ultimo ha una doppia funzione: da una parte stare a contatto con la pelle e offrirci il comfort adatto, dall’altra proteggere il piumino da sudore, polvere e batteri.

Il copripiumino è una specie di sacco rettangolare, con un’apertura grande su un lato per far passare il piumino e spesso anche delle piccole aperture agli angoli per tirare il piumino e farlo rimanere ben disteso all’interno del copripiumino stesso.

Rifare il letto

Rifare il letto quando si usa il piumino abbinato al copripiumino è più semplice: la fantasia del copripiumino infatti nella maggior parte dei casi è pensata per fungere anche da copriletto, per via dell’effetto estetico e per le sue dimensioni, di molto maggiori rispetto alle lenzuola normali. Rifare il letto col copripiumino, significa semplicemente tirarlo fin sopra i cuscini, in modo che li preservino dalla polvere; in pratica serve un unico gesto.

I copripiumini, formano un tutt’uno con il piumino che ricoprono, non prevedono particolari gesti di riordino, in quanto basta sollevare e arieggiare il piumino e il letto è fatto!

Qualcuno afferma che è difficoltoso infilare un piumino nel corpi piumino desiderato, in realtà è solo questione di pratica e di tecnica da acquisire col tempo.

Vale la pena però provare questa combinazione sia per la comodità nel rifare il letto, sia per il comfort nel dormire.

Un’attenzione particolare è stata posta nel selezionare tutti copri piumini di cotone, una fibra vegetale ottenuta dalle capsule mature delle piante, è composto per il 95% di cellulosa, non irrita la pelle ed è molto resistente ai lavaggi ad alte temperature che eliminano i microrganismi responsabili delle infezioni cutanee. Cosa da non sottovalutare!

Anallizzato il lato pratico e salutare della cosa però c’è anche un lato estetico da valutare. Benché è possibile cambiare frequentemente il copri piumino cambia anche il soggetto, i colori e lo stile della camera apparirà sempre nuova e difficilmente annoierà. Coi copripiumini ci si può sbizzarrire.

Tantissimi soggetti possono colorare le loro camere.

Kalena