Giochiamo con quella che chiamano, plastilina, pongo o play-doh!

Quante volte abbiamo giocato con la plastilina da piccoli e abbiamo pasticciato per creare qualcosa di divertente da plasmare come vogliamo?

In realtà un po’ di confusione sorgeva quando qualcuno lo chiamava pongo, e magari non capivamo che in fondo era la stessa cosa, anche se la plastilina forse era un po’ più morbida e più lucida, quasi più raffinata del pongo e ancora più facile da plasmare.

Per essere precisi dobbiamo dire però che la plastilina è un materiale modellabile, si fa con argilla, cera, olio e pigmenti per farlo diventare colorato.

La plastilina è stata inventata a fine ottocento mentre il pongo è un materiale modellabile che non si secca, è a base di cera e cariche minerali e il suo nome commerciale è noto in Italia dal 1950.

In ogni caso, qualunque materiale avevano tra le mani i bambini, plastilina o pongo, si improvvisavano scultori e non facevano caso a cosa veniva fuori, l’importante era tentare di creare qualcosa con le proprie mani, da lavorare a proprio piacimento fino a stancarsi.

E poi c’erano i pasticci che si facevano a terra, quando la mamma d’un colpo gridava “che cosa hai fatto?”.

E allora corse per togliere da terra il pongo appiccicato che non voleva venire via, ma c’erano anche le mani sporche e soprattutto le unghie che sotto erano tutte piene di quella materia molle che si infilava in ogni angolo.

Tra i giochi plastilina bambini più originali vi è anche quello della pittura, da realizzare con le dita e aiutandosi con un bastoncino o dalle stecche in legno per modellare.

Anche in questo caso si possono creare tanti soggetti divertenti e colorati.

Con il materiale da modellare è facile lasciarsi condurre dalla fantasia e ogni creazione diventa unica e speciale e coloratissima.

Evoluzione della plastilina e del pongo

Man mano l’evoluzione ha portato a sperimentare nuovi materiali chiamati con altri nomi e quella che era pongo e poi plastilina è diventata playdoh ma anche plastilina dido, termine più moderno che indica sempre questo materiale appiccicoso da plasmare e modellare con le mani per realizzare tanti giochi divertenti.

Il didò, a differenza dei materiali precedenti, è a base di ingredienti completamente naturali, infatti è realizzato con farina, acqua e sale e indurisce lentamente all’aria.

Plastilina pongo o didò, questo materiale da modellare è comunque imbattibile per impegnare i bambini e i giochi con la plastilina sono un valido strumento per aumentare la creatività e far volare la fantasia.

Uno strumento ideale per creare nuovi giochi

Dare i bambini la possibilità di modellare e creare qualcosa con le proprie mani è quanto di meglio ci possa essere per stupirli e sorprenderli.

Anche la partecipazione dei genitori è utile per aiutarli a dare il meglio di loro stessi nel creare nuovi soggetti e vivere nuove avventure.

La plastilina o il didò o come lo volete chiamare rappresentano un modo originale per costruire tanti oggetti divertenti che sono frutto delle ispirazioni di ogni partecipante al gioco.

Kalena